Formazione continua

Parole chiave: Validazione degli apprendimenti acquisiti

La formazione continua ha lo scopo di migliorare, aggiornare e ampliare le competenze, le capacità e le conoscenze esistenti, estendendole a nuovi settori e incarichi. Le attività di formazione continua vengono svolte parallelamente al sistema educativo formale e comprendono attività formative generali o professionali, svolte in un contesto organizzato, che non conferiscono diplomi riconosciuti a livello statale (tra cui corsi di formazione continua, seminari) oppure processi di apprendimento che non rientrano in un rapporto di insegnamento/apprendimento o in un contesto formativo (tra cui lo studio della letteratura specializzata, l'apprendimento sul posto di lavoro).

Gran parte della popolazione svizzera segue un'attività di formazione continua. Ciò dipende anche dalle motivazioni personali di base, dalle risorse temporali e finanziarie o dall'offerta di perfezionamento. I lavoratori a tempo pieno e i lavoratori con un carico di lavoro superiore al 50 % dedicano più tempo alla formazione continua rispetto ai lavoratori con un carico di lavoro inferiore al 50 %, proprio come accade nel caso delle persone con attività lucrativa rispetto a quelle prive di tale attività. Le attività di formazione continua aumentano di pari passo a un livello di formazione crescente.

Controllo e condizioni quadro della formazione continua

Il panorama svizzero della formazione continua si caratterizza per la sua varietà in tema di competenze, regolamentazione, offerte e finanziamento. L'organizzazione della formazione continua è orientata prevalentemente all'economia di mercato. Spesso i privati sono al tempo stesso responsabili e fornitori delle offerte di formazione continua. La formazione continua rientra innanzitutto nella responsabilità personale dell'individuo e viene finanziata per gran parte degli stessi partecipanti. La Confederazione e i Cantoni agiscono in modo sussidiario per quanto concerne la formazione continua: intervengono in quei settori della formazione continua in cui, senza le relative normative o misure di incentivazione, gli obiettivi e gli effetti perseguiti non sarebbero raggiunti.

Sono molte le leggi speciali della Confederazione che contengono disposizioni in materia di formazione continua. Queste normative sono cresciute, proprio come la formazione continua nel suo complesso, da un punto di vista storico e si differenziano in base al grado di dettaglio. Inoltre, soddisfano diversi obiettivi, tra cui quelli di seguito elencati:

  • la Legge federale sulla formazione professionale (Legge sulla formazione professionale, LFPr) regolamenta la formazione professionale continua

  • molte disposizioni cantonali riguardano le misure di reinserimento in caso di disoccupazione o invalidità

  • il Diritto delle obbligazioni e il Diritto del lavoro contengono disposizioni in materia di formazione continua

  • la formazione continua serve anche all'integrazione socioculturale di gruppi specifici. Le misure di formazione continua specifiche per i gruppi di destinazione sono sostenute in particolare nell'ambito della migrazione, dell'analfabetismo, delle pari opportunità delle persone con disabilità ecc..

Con la revisione delle disposizioni in materia di formazione all'interno della Costituzione federale (Cost. art. 64a), nel 2006 la Confederazione ha acquisito le competenze per poter definire in una legge i principî relativi alla formazione continua. La legge sulla formazione continua concretizza il mandato costituzionale sulla formazione continua, integra la formazione continua nello spazio svizzero della formazione e fissa i principi in materia di formazione continua.

I Cantoni concretizzano la formazione continua professionale nelle leggi esecutive cantonali relative alla normativa sulla formazione professionale. La formazione continua generale (e non professionale) può essere regolamentata differentemente in base al Cantone, sia da un punto di vista legale che organizzativo, ad esempio in una legge specifica sulla formazione continua, nell'ambito della regolamentazione della formazione continua professionale, nelle leggi sull'istruzione e sulla cultura oppure ricorrendo ad altre basi giuridiche. I Cantoni coordinano i compiti interregionali nell'ambito della formazione continua per il tramite della Conferenza intercantonale per la formazione continua (CIFC). La CIFC è una conferenza specializzata della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) per l'apprendimento continuo. È composta da incaricati cantonali per la formazione continua.

Questa pagina in: Deutsch Français Rumantsch English

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 05.04.2017

Job