Scuola dell’obbligo

Parole chiave: Spesa pubblica per la formazione / Standard di formazione / HarmoS / Sviluppo e garanzia della qualità nel settore dell'istruzione / Piani di studio linguistico-regionali / Condizioni quadro giuridiche della pedagogia speciale / Mobilità e scambi

La scuola obbligatoria dura undici anni. Il livello primario – compresi due anni di scuola dell'infanzia oppure i primi due anni di un ciclo di entrata – dura otto anni. Il livello secondario I dura tre anni. Nel Cantone Ticino il livello secondario I (scuola media) dura quattro anni. In genere all'inizio dell'obbligo scolastico i bambini hanno quattro anni.

In singoli Cantoni della Svizzera tedesca la frequenza della scuola dell'infanzia non è obbligatoria oppure lo è solo per un anno; tuttavia anche in questi casi di regola la maggior parte dei bambini frequenta la scuola dell'infanzia per due anni. In alcuni Cantoni della Svizzera tedesca i Comuni adottano una forma di ciclo di entrata (Grundstufe o Basisstufe). Questa forma organizzativa prevede la frequenza della stessa classe da parte di bambini di età compresa tra quattro ed otto anni rispettivamente tra quattro e sette anni. Nella Svizzera romanda di regola i due anni della scuola dell'infanzia sono ascritti al «cycle 1» oppure «cycle primaire 1», il quale dura quattro anni. Nel Cantone Ticino oltre ai due anni di scuola dell'infanzia obbligatoria è offerto un anno facoltativo per bambini a partire da tre anni di età.

Organizzazione della scuola obbligatoria

I Cantoni sono competenti per la scuola dell’obbligo. Essi definiscono i piani di studio e la griglia oraria e decidono gli strumenti didattici.In conformità con l’Accordo intercantonale sull'armonizzazione della scuola obbligatoria, si svolge l'armonizzazione dei piani di studio e il coordinamento del materiale didattico per regione linguistica. La Svizzera occidentale ha già introdotto il «Plan d 'études romand (PER)». Nei cantoni di lingua tedesca o multilingue è stato introdotto il Lehrplan 21. L'introduzione dei piani di studio è responsabilità dei Cantoni. Il piano studi del Canton Ticino si trova attualmente in revisione. I Comuni organizzano il funzionamento della scuola. L'elevato grado di radicamento locale consente l’attuazione di soluzioni adeguate alla realtà del territorio.

La frequenza della scuola dell’obbligo pubblica è gratuita per tutti i bambini. Il 95% dei bambini frequenta istituti pubblici. Sono soggetti all’obbligo scolastico anche i bambini senza status di soggiorno regolare. Nella scuola si trovano allievi a differenti stadi di sviluppo, con capacità, comportamenti, origini linguistiche e sociali diversi. Questa eterogeneità delle capacità e delle potenzialità degli allievi, così come le differenze culturali delle classi, mettono la scuola di fronte a grandi sfide. Adottando misure appropriate, la scuola assicura un apprendimento comune. Gli allievi ricevono un insegnamento differenziato e personalizzato e sono sostenuti individualmente dagli insegnanti della scuola regolare o eventualmente da personale specializzato (p.es. pedagogisti curativi). Le misure di sostegno della scuola regolare comprendono anche l’incentivazione degli allievi dotati, il sostegno linguistico, il sostegno linguistico per bambini di lingua straniera, la promozione di singole materie, la logopedia, la psicomotricità ecc. Se la richiesta di sostegno supera le possibilità dell’insegnamento regolare, vengono adottate misure rafforzate.

Questa pagina in: Deutsch Français Rumantsch English

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 20.01.2017

Job