Insegnamento delle lingue

La Svizzera ha quattro lingue nazionali: tedesco, francese, italiano e romancio. Il coordinamento dell’insegnamento delle lingue in un Paese plurilingue ha un’importanza particolare. A marzo 2004, la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha adottato una strategia nazionale per lo sviluppo dell’insegnamento delle lingue. I contenuti più importanti della strategia sono stati inclusi nell’Accordo intercantonale sull’armonizzazione della scuola obbligatoria (concordato HarmoS):

  • due lingue straniere (una seconda lingua nazionale e l’inglese) dovranno essere insegnate già dal livello elementare;

  • la prima lingua straniera sarà insegnata al più tardi a partire dal terzo anno della scuola elementare e la seconda lingua straniera al più tardi a partire dal quinto anno (seguendo il metodo di conteggio del concordato HarmoS, la prima lingua straniera al quinto anno e la seconda lingua straniera al settimo anno di scuola*);

  • i Cantoni Ticino e Grigioni possono derogare a questo scaglionamento, a condizione di insegnare obbligatoriamente anche una terza lingua nazionale;

  • la scelta della prima lingua straniera insegnata avviene su scala regionale;

  • gli standard formativi nazionali definiscono le competenze di base che devono essere raggiunte da quasi tutti gli allievi;

  • nel corso della scuola dell’obbligo viene messa a disposizione un’offerta adeguata alle esigenze per l’insegnamento facoltativo di una terza lingua nazionale.

I bambini di lingua straniera beneficiano di misure di sostegno nella lingua di scolarizzazione e hanno la possibilità di frequentare corsi nella loro lingua d’origine (corsi di lingua e di cultura dei Paesi d’origine, LCO).


I principali valori di riferimento della strategia linguistica 2004 sono stati introdotti in 23 Cantoni: in 22 Cantoni i bambini imparano la prima lingua straniera al più tardi a partire dal 3° anno di scuola elementare e la seconda lingua straniera a partire dal 5° anno di scuola elementare. Il Canton Ticino ha un modello particolare che prevede l’apprendimento obbligatorio di tre lingue straniere.

* Conteggio della nuova struttura scolastica in base al concordato HarmoS:: il concordato HarmoS (art. 6) rende obbligatori due anni di scuola dell’infanzia. Di conseguenza la scuola dell’obbligo ha una durata di undici anni. La scuola dell’infanzia e il livello elementare hanno una durata di 8 anni. Il livello secondario ha una durata di 3 anni. In base a questo metodo di conteggio, l’attuale 1° anno di scuola elementare diventa il 3° anno di scuola, il 2° corrisponde al 4°, ecc.. Il concordato deve essere applicato al più tardi all’inizio dell’anno scolastico 2015/2016.

Questa pagina in: Deutsch Français Rumantsch English

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 27.11.2018

Services

Job